cavolo Garbüxo

tipo di cavolo cappuccio

ANTICHI ORTAGGI DEL TIGULLIO

Cavolo cappuccio di piccole dimensioni di taglia bassa. Forma un piccolo cappuccio compatto di colore verde-giallo (peso medio 300g).

PERIODO DI RACCOLTA

da metà marzo a metà maggio

I nostri eventi

cavolo Garbüxo

Il cavolo Garbüxo, simile alla Gaggetta, è disponibile nel periodo ma metà marzo a metà maggio (periodo più breve rispetto alla Gaggetta)

RICETTE

Minestrone genovese, ripieno e tagliato fine in insalata

Scopri le altre ricette

CARATTERISTICHE

Cavolo Garbüxo

TIPO DI ORTAGGIO

Anticamente è coltivato nella zona costiera del genovesato, è particolarmente buono consumato crudo e tradizionalmente si utilizza: cotto nel minestrone, ripieno come la Gaggetta ed in insalata. 

Specie: Brassica oleracea

NOME

Il termine Garbüxo a Genova era usato per indicare il cavolo cappuccio. 

Si trova citato già nel 500′ nelle liste della spesa dei genovesi.

Nel Tigullio il Cavolo Garbüxo era chiamato “pisano” perché si supponeva avesse origini francesi e poi perché fu commercializzato e coltivato a Genova e raggiunse Pisa, tradizionale mercato dei prodotti francesi dell’epoca, con trnasito dal Tigullio da cui assume il nome del mercato finale “cavolo pisano”.

benefici

Tutti i cavoli cappucci quindi anche la Gaggetta sono ricchi di fibre: beta-carotene, antiossidanti e potassio ma anche ferro e calcio.

Non mancano il sodio, il fosforo, e le vitamine  A, B1, B2 e C. Lo zolfo si sprigiona durante la cottura come si evince dall’odore.

Contiene circa il 92% di acqua e solo 20 calorie su 100 gr, risulta quindi adatto per le diete anche perché è completamente assente il colesterolo. Come tutti gli ortaggi è:

  • Antitumorale, antiossidante antinfiammatorio
  • Abbassa la pressione sanguigna
  • Rinforza i muscoli

Antichi Ortaggi del Tigullio

Ricette con gli Ortaggi