conserva e gelatina

realizzati con petali di rose freschi

conserva di rose

La Conserva di rose nell’antichità veniva chiamata “Zucchero Rosato”, proprio per il profumo e il sapore dei petali di rosa.

FIORITURA rose

Tra maggio e luglio

I nostri eventi

gelatina di rose

La gelatina di rose può essere ottenuta utilizzando lo sciroppo di rose Genova Gourmet.

RICETTE

Perfette da abbinare sui formaggi freschi

Scopri le altre ricette

CARATTERISTICHE

Conserva e gelatina di rose

sapori e abbinamenti

La conserva di rose e la gelatina di rose sono realizzate esclusivamente con i petali di rosa freschi, interamente coltivati nelle valli genovesi. Sia conserva che gelatina sono ottime abbinate a formaggi, in particolare freschi come ricotta. Il contrasto tra i sapori esalta la fragranza inconfondibile della rosa. I petali per la realizzazione della conserva e della gelatina di rose provengono da giardini genovesi.

origini

Le migliori varietà di rose hanno radici antiche tra la fine del XVIII e il XIX secolo. A Genova, non si conoscono con precisione le motivazioni, c’è da sempre stata una rinomata usanza della lavorazione dei petali di rosa, dai quali si ottengono sciroppi, ma anche gelatine e conserve. “Il negoziante” di Gian Domenico Peri del 1683 dice “le confetture e le conserve di zucchero che si lavorano in Genova come le più eccellenti che si acconcino in alcun altra parte del mondo”. 

Quali rose scegliere

Le rose migliori per le gelatine e le conserve sono:

  • Damascena
  • Rugosa
  • Gallica
  • Muscosa centifolia “chapeau de Napoléon”

Tutte coltivate nell’entroterra genovese senza alcun trattamento. I petali devono essere di colore rosa e non rossi, perché il gusto di quest’ultimi tende all’amarognolo. Per capire l’intensità del lavoro si pensi che per pulire 30 Kg di petali ci vogliono circa 8 ore.

    Tutti i prodotti alle Rose

    Ricette alle Rose