passito

DOP-doc Golfo del Tigullio - Portofino

passito

Il Passito DOP-DOC Golfo Tigullio-Portofino deriva dall’appassimento dei grappoli dopo la raccolta delle uve. Caratterizzato prevalentemente da Vermentino e Bianchetta genovese. Di un bel colore giallo dorato con sfumature ambrate.

 

TIPO DI UVA

Grappolo lungo e compatto con acini blu-neri

I nostri eventi

DOP-DOC

Le sensazioni olfattive appaiono intense e complesse e spaziano dalla frutta secca a quella candita e al miele. In bocca è piacevolmente dolce, caldo e morbido, ben mitigato dalla componente sapida, con un finale mandorlato e persistente.

ABBINAMENTI

Pandolce genovese

Approfondimento DOP-IGP

CARATTERISTICHE

Passito – DOP-DOC Golfo del Tigullio Portofino 

produzione

I vitigno da cui si ottiene il Passito sono quelli del Vermentino e della Bianchetta Genovese. Si ottiene da uve bianche.

  • Colore: giallo oro più o meno carico
  • Odore: ampio, intenso, persistente
  • Sapore; dolce, caldo, sapido, pieno, persistente
  • Titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5% di cui almeno 14% svolto
  • Acidità totale minima: 4,5 per mille
  • Estratto secco netto minimo: 22 per mille

AMPELOGRAFIA

Foglia, grappolo, acino e buccia ha le stesse caratteristiche del Vermentino e della Bianchetta Genovese.

La temperatura ideale per servirlo è di 10°C, in bicchieri a calice di media grandezza con stelo alto.
Possiamo assaporare tutte le sue caratteristiche organolettiche durante il suo primo anno di vita.

Curiosità E ABBINAMENTI

Il Passito DOP-DOC Golfo Tigullio-Portofino  è ideale con:

  • Pandolce genovese
  • Quaresimali
  • Pasticceria secca
  • Torta di ricotta.

Servito ad una temperatura di circa 10-18°C.

Vini DOP-DOC Golfo del Tigullio-Portofino

Abbinamenti Vini Golfo del Tigullio-Portofino